Vuoi vendere la tua auto?
La compriamo noi! Ottieni subito una valutazione gratuita e senza impegno
Valuta Ora

Come vendere un'auto per esportazione

Dopo il passaggio di proprietà, è possibile che l'acquirente desideri trasferire l'automobile verso un altro paese. Perché un veicolo possa essere esportato, è necessario che questo venga cancellato dall'albo del PRA con apposita richiesta di radiazione.

La radiazione di un veicolo può essere richiesta dal proprietario o da un altro avente titolo (ad esempio il proprietario che non ha ancora trascritto l'atto di vendita, dunque che non risulta intestatario al PRA, oppure l'erede). Se non è il proprietario risultante al PRA ad occuparsene, è comunque necessario che questo presenti l'atto con cui questo è tenuto a svolgere la pratica (atto di vendita o testamento e certificato di morte). Per radiare un veicolo dal PRA, ci si può rivolgere ad un qualunque Sportello Telematico dell'Automobilista o al consolato italiano della nazione verso cui l'auto è destinata.

Se si sono già svolte le pratiche nel paese di destinazione, sarà sufficiente presentare un documento che attesti l'immatricolazione nel paese terzo affinché la radiazione possa essere eseguita. Nel caso in cui il veicolo sia stato trasportato all'estero ma non sia ancora stato immatricolato presso questo, bisognerà allegare dei documenti aggiuntivi: CDP, carta di circolazione e prova dell'avvenuto trasporto. Quest'ultima è rappresentata di solito dalla bolla di accompagnamento, ma se si tratta di paesi UE è sufficiente una fattura intracomunitaria.

Una volta che la radiazione sarà avvenuta con successo, verrà rilasciato il certificato di radiazione. Anche questo è ormai disponibile soltanto in formato digitale, ed in possesso di questo si è ufficialmente esentati dal pagamento del bollo auto per l'automobile esportata.

 

Quanti soldi puoi ottenere dalla tua auto?
scoprilo subito