Vuoi vendere la tua auto?
La compriamo noi! Ottieni subito una valutazione gratuita e senza impegno
Valuta Ora

Quotazioni Auto Online: trova subito quanto vale la tua auto

Le quotazioni delle automobili usate stanno entrando sempre di più nell'era digitale, con i servizi cartacei che fanno molta fatica a tenere il passo di quelli disponibili online. É chiaro che vi siano alcuni vantaggi caratteristici del formato elettronico, che sorpassando i limiti di un foglio di carta stanno convertendo sempre più utenti al cambio di abitudine.

I VANTAGGI DEL DIGITALE

Si possono riepilogare facilmente quali vantaggi offrano le quotazioni online rispetto a quelle tradizionali. Si può dire che più di un confronto alla pari, tra le due cose vi sia un "cambio generazionale" per cui anche la valutazione di una vettura deve adattarsi alle esigenze dei tempi moderni.

Elementi
Il primo punto di forza degli strumenti di quotazione sul web è chiaramente la possibilità di poter considerare un maggior numero di elementi nel calcolo della valutazione. Questo vantaggio è insito nel fatto che l'utente sia tenuto ad inserire i dati della sua auto prima di visualizzare il prezzo di mercato fornito dall'algoritmo. Nelle quotazioni cartacee devono essere prefissati dei valori standard, si può tenere conto con buona precisione di pochi fattori (solitamente solo anno e chilometri) e l'utente deve limitarsi a scorrere tra delle cifre di riferimento prestampate: considerando quanto possano essere diverse due auto usate, anche dello stesso modello e immatricolate lo stesso giorno, si capisce quanto margine di errore vi sia nelle quotazioni tradizionali.

User Friendship
Non bisogna sottovalutare il fattore dell'esperienza dell'utente: questa è sicuramente più gradevole quando si utilizza un sistema di quotazioni su internet. L'interfaccia visiva è più chiara e permette di visualizzare chiaramente tutti i parametri di riferimento, si possono inserire manualmente dei dettagli aggiuntivi sul proprio veicolo ed è anche decisamente più facile usare questo tipo di servizio. Le quotazioni cartacee si presentano invece come tabelle molto fitte, con legende da confrontare e numeri piccoli che rendono la lettura piuttosto confusionale.

Gratuità
Per accedere alle quotazioni cartacee è chiaramente necessario acquistare una rivista che le abbia in allegato. In molti casi il prezzo del giornale è inferiore a quello dei principali servizi di quotazione, ma chi sa navigare abilmente online conosce la risposta anche a questo problema: molti servizi di quotazione, per lanciarsi, adottano infatti un criterio di gratuità che espanda la propria base di utenti. Poiché vengono continuamente lanciate nuove app e nuovi siti con l'obiettivo di aiutare le persone nella valutazione delle auto usate, è molto facile riuscire a raggiungere delle quotazioni estremamente precise senza dover sborsare un centesimo.

Disponibilità
Ormai è più che comune avere un pc, uno smartphone o un tablet. Qualsiasi di questi strumenti consente di accedere alle quotazioni online quando si vuole, a differenza di quanto avviene per quelle cartacee. Molte persone non sono solite entrare in edicole, dunque non hanno normalmente occasione di comprare una rivista dedicata all'automobilismo nella loro routine. Per risparmiare tempo, quindi, è facile che la scelta ricada sulle quotazioni digitali che sono immediatamente disponibili in pochi clic.

Integrazione
Mentre negli allegati delle riviste ci si limita a poter conoscere la valutazione del prezzo di mercato di una vettura, molti strumenti digitali vanno oltre ed integrano delle funzionalità aggiuntive. Alcuni servizi si sono specializzati nell'allegare alla quotazione anche un preventivo per l'assicurazione, in modo da aiutare gli acquirenti a stimare con più precisione il costo totale di un eventuale acquisto. In altri casi si può accedere direttamente dalla quotazione ricevuta a dei consigli per l'ottenimento di un finanziamento adeguato alle proprie esigenze, anche in questo caso per favorire i potenziali acquirenti nel processo di compravendita.

I PRINCIPALI SERVIZI

Ormai sta diventando incalcolabile l'esatto numero di siti e blog che offrano al loro interno la possibilità di valutare una vettura usata. Come in ogni settore, tuttavia, si delineano sempre dei leader del mercato che vengono scelti in via preferenziale dagli utenti e su cui si può fare maggiore affidamento.

Quattroruote
La rivista di automobilismo numero uno in Italia non ha bisogno di introduzioni. Anche se prima di disporre di quotazioni digitali era già divenuta famosa per quelle cartacee, oggi il sito di Quattroruote offre delle valutazioni molto precise. Il costo è di tre euro per ogni quotazione standard, e si può dire che siano soldi ben spesi: l'algoritmo sul quale sono fondati i calcoli è estremamente preciso, utilizzando sia riferimenti matematici e statistici che reali dati di mercato comunicati all'azienda dai professionisti del settore. L'integrazione dei due modelli e la forza del marchio Quattroruote ha consentito al servizio di quotazioni digitale di diventare un punto di riferimento del settore anche in questo caso.

EuroTax
Anche in questo caso si tratta di un nome che viene preceduto dalla sua fama per gli esperti del settore. EuroTax è un'azienda specializzata in servizi statistici, non legati soltanto al mondo delle automobili ma sicuramente importanti anche in questo campo. Le quotazioni sono disponibili sul sito Motornet.it ed il prezzo della valutazione standard è identico a quello di Quattroruote, con la possibilità di riceverne una versione personalizzata (più dettagliata e completa) aggiungendo un euro in più. La principale differenza tra EuroTax e Quattroruote sta nell'identificazione del segmento di mercato a cui si rivolgono le due aziende: mentre la prima è ideata appositamente per i concessionari e gli altri professionisti, la seconda trova maggiore diffusione presso i privati. Quando si richiede una quotazione EuroTax, infatti, si ricevono sempre due valori: uno è il prezzo suggerito ai concessionari per la valutazione dell'auto di un cliente da acquistare, mentre l'altro è il prezzo di vendita suggerito ai professionisti per rivendere successivamente il mezzo.

AutoUncle
Le quotazioni di AutoUncle sono basate esclusivamente sull'elaborazione dei prezzi di vendita degli annunci online presenti sul loro database, il quale conta ben 349 siti. Oggi questo servizio ha permesso ai suoi utilizzatori di valutare oltre un milione di automobili, grazie anche al suo sistema di calcolo che fornisce prezzi diversi per le diverse esigenze degli utenti. Il target è fondamentalmente quello dei privati che vogliono sapere a quale prezzo dovrebbero mettere in vendita la propria auto: ad essi vengono suggerite diverse fasce numeriche, in base al tempo in cui desiderano portare a termine la compravendita. Se si desidera in primo luogo una maggiore rapidità nel trovare un acquirente, verrà determinato un valore che attragga forte domanda per la sua convenienza rispetto alla media degli annunci; al contrario, se non si ha fretta ma si preferisce vendere ad un prezzo più soddisfacente, l'algoritmo fornirà un prezzo suggerito superiore alla media che attrarrà meno interessati nel breve termine. Il sito incorpora anche una guida con dei pratici consigli per chi vuole vendere la sua vecchia auto, in modo da aiutare i meno esperti a riuscire con successo nella compravendita.

Repubblica Motori
Il quotidiano La Repubblica ha sviluppato negli anni un sito molto attivo sul versante automobilistico. Oltre ad una costante pubblicazione di novità interessanti, è stato aggiunto anche uno spazio dove pubblicare annunci di vendita ed un servizio di quotazioni efficiente. In questo caso si torna al modello ibrido, come quello di Quattroruote, che comprende sia osservazioni reali che calcolo statistico. L'aggiunta di Repubblica che la distingue dal diretto competitor è quella di non fondare le osservazioni dei prezzi di vendita soltanto presso i professionisti: oltre ai concessionari, infatti, si tiene conto anche della richiesta media dei privati e di alcuni parametri utilizzati anche da EuroTax. Si tratta di osservazioni sui trend del mercato, che chiariscono quali siano le caratteristiche maggiormente domandate in un determinato momento e quali siano gli optional più apprezzati: conoscendo la tendenza attuale, il servizio di quotazioni di Repubblica è in grado di prevedere nel breve periodo l'oscillazione del prezzo di vendita e dunque dà responsi molto affidabili agli utenti.

Panorama Auto
Anche il sito di informazione Panorama Auto ha introdotto un sistema di quotazione che riscuote un buon successo. Questo si rivolge in primo luogo ai professionisti del settore, con l'intendo di fornire dei dati per la valutazione del ritiro e della vendita successiva. Il modello di calcolo non si distanzia da quello di Repubblica Motori: il software utilizzato ed il database sono anche in questo caso forniti da Dat Italia, che con il suo algoritmo ha saputo rispondere alle esigenze di tutti i siti che hanno esternalizzato il sistema di calcolo delle quotazioni. L'unica pecca è che in questo caso non varia nulla tra i vari siti su cui questo viene installato, salvo l'impaginazione grafica del sito stesso che può risultare più o meno piacevole per gli occhi.

AutoScout24
Divenuto estremamente famoso per la possibilità di inserire annunci di vendita, AutoScout24 pecca un po'con il suo servizio di quotazioni. Queste non vengono fornite in termini numerici precisi, ma è possibile consultare delle curve di svalutazione basate sul prezzo medio degli annunci inseriti all'interno del sito stesso. A seconda dell'anno di immatricolazione e della percorrenza, vengono tracciati automaticamente dei grafici che mostrano l'influenza dei due parametri sul prezzo: non molto preciso e piuttosto macchinoso da utilizzare per chi non ha esperienza, si tratta di un servizio diverso dagli altri ma non granché consigliabile.

MotoriOnline
L'impaginazione di questo sito e il meccanismo con cui vengono calcolate le quotazioni ricorda in tutto e per tutto una valutazione cartacea. Il chilometraggio non viene inserito manualmente dall'utente, ma si fa riferimento ad un parametro standard come avviene nelle riviste che va poi integrato dai calcoli successivi dell'utente sulla base dei dati proposti dal sito. Il valore di ogni vettura viene associato al semestre o anno di immatricolazione, con una disposizione su tabella a doppia entrata dei modelli di ogni marca e del relativo prezzo di mercato: lo si può considerare una rivista disponibile gratuitamente anziché al costo della pubblicazione in edicola.

 

Quanti soldi puoi ottenere dalla tua auto?
scoprilo subito