Vuoi vendere la tua auto?
La compriamo noi! Ottieni subito una valutazione gratuita e senza impegno
Valuta Ora

Commercianti di auto usate

Per commercianti di auto si intendono tutti coloro che operano nel settore automobilistico con il fine di trarre guadagno dall'acquisto e dalla vendita di macchine nuove o usate. Ci sono commercianti professionali che si costituiscono come concessionari, ed operano sia sul mercato delle prime immatricolazioni che su quello delle vetture di seconda mano; altri si specializzano nel trattare esclusivamente veicoli usati, come i Compro Auto o i commercianti di strada: di queste ultime due categorie, i primi sono enti professionali e strutturati mentre i secondi sono solitamente dei singoli che operano in autonomia, non sempre a norma di legge.

ENTI PROFESSIONALI

L'attività dei commercianti di auto professionali è veicolata da una realtà aziendale, con un marchio da diffondere ed una clientela solitamente affezionata al brand. Queste realtà devono necessariamente avere una partita IVA, sono registrate presso il fisco e dunque sono soggette ad una precisa regolamentazione da parte degli organi istituzionali. Alcuni enti professionali operano in stretta collaborazione con una specifica casa automobilistica, diventandone dei rivenditori ufficiali o ottenendo la licenza di trattare macchine usate certificate di questa.

I volumi di transazione generati dall'attività degli enti professionali sono sensibilmente superiori a quelli dei semplici commercianti, in quanto la loro visibilità e le strutture presso cui operano attirano un maggior numero di clienti. In generale è anche vero che questi sono più affidabili dei commercianti di strada, in quanto il buon andamento della propria attività si costruisce soprattutto attraverso la soddisfazione di ogni cliente e la capacità di risolvere eventuali problemi insorti nello svolgimento del business senza venire interessati da accuse o procedimenti legali.

COMMERCIANTI DI STRADA

I commercianti di strada sono persone fisiche, dunque non professionalmente riconosciuti dal nostro ordinamento giuridico, che comprano e vendono automobili lucrando sulla differenza tra il costo di acquisto ed il prezzo di vendita. É raro che questi facciano la dichiarazione di inizio attività 1, in quanto solitamente operano con volumi piuttosto bassi e cercando di evitare la tassazione sulle operazioni concluse.

I commercianti di strada si sono diffusi sensibilmente in seguito alla crisi economica successiva al 2009, sia perché la crescente disoccupazione di quegli anni ha richiesto ad alcuni di "reinventarsi", sia perché molte auto usate sono state messe in vendita da persone con necessità di liquidità: il mercato è stato dunque molto dinamico per le vetture di seconda mano, ed i commercianti hanno potuto approfittare dello stato stagnante dell'economia nazionale per fare acquisti a prezzi piuttosto bassi.

Alcuni commercianti di auto usate operano solamente su scala nazionale, cercando venditori disposti a cedere veicoli per cifre inferiori al loro reale valore: una volta comprati, questi vengono poi rivenduti con una più attenta ricerca degli acquirenti ad un prezzo maggiore. Il business maggiore legato ai commercianti di strada è però quello che implica l'esportazione dei veicoli incidentati: un commerciante offre una somma in denaro per l'acquisto di una vettura che, in alcuni casi, non è nemmeno più in grado di mettersi in moto al suo legittimo proprietario; questo solitamente accetta, non ipotizzando neanche che la sua auto in quel momento abbia un valore di mercato apprezzabile. Una volta eseguito il passaggio di proprietà, la vettura viene radiata dal PRA ed esportata verso paesi in cui il costo della manodopera è sensibilmente inferiore a quello italiano. Qui viene fatta rimettere l'auto a nuovo da un carrozziere di fiducia del commerciante, il quale dopo aver sostenuto la spesa per la riparazione è in grado di lucrare sul veicolo rivendendolo nel paese in cui si trova.

CRESCENTE DIGITALIZZAZIONE

Sia gli enti professionali che i semplici commercianti di strada hanno dovuto cambiare il loro modo di operare con l'avvento dell'era digitale. Oggi è molto importante avere dimestichezza nella pubblicazione e ricerca di annunci di vendita di automobili in rete, poiché i portali dedicati a queste inserzioni sono una vetrina fondamentale nel traffico di veicoli. i concessionari sono solitamente interessati ad usare i marketplace di annunci per cercare acquirenti interessati a comprare le auto in vendita presso il proprio salone; è più raro che questi si adoperino anche a ricercare annunci di vendita per comprare auto, ma alcuni avanguardisti hanno dedicato uno spazio del proprio concessionario al personale che si occupa esclusivamente di contattare gli inserzionisti di auto da acquistare per una rivendita successiva.

La presenza dei commercianti di strada in rete è invece legata sia alla fase di acquisto che a quella di vendita, non potendo contare su uno spazio espositivo dove attirare clientela al di fuori del web. Questi non hanno quasi mai un sito internet, salvo che non esercitino la professione in modo costante e con volumi consistenti.

I servizi Compro Auto sono specializzati nell'acquisto diretto di veicoli su richiesta dei clienti. Per questo genere di attività la presenza in rete è fondamentale, in quanto il sito web su cui si viene contattati e sul quale è possibile richiedere una quotazione della propria auto è il nucleo centrale dell'operato quotidiano. i marketplace vengono usati esclusivamente per la rivendita successiva, mentre la fase di acquisto è delegata all'efficacia del proprio sito web ed al modo In cui esso viene portato a conoscenza dei possibili interessati.

UN MESTIERE LEGATO AL SETTORE

Per un commerciante di auto di qualunque tipo, è facile che l'andamento del mercato condizioni decisamente i guadagni realizzati con la propria attività. In anni di recessione economica, beni durevoli e costosi come i veicoli tendono a subire un calo molto forte negli ordini, rendendo I prezzi più bassi e la domanda molto meno consistente. In questi anni il parco veicoli di una nazione aumenta la sua età media, fino a che i segnali di ripresa non mettono in moto nuovamente il mercato e gli ordini tornano a crescere: in questo caso i prezzi si alzano, più acquirenti sono interessati a comprare macchine e specialmente le prime immatricolazioni tendono ad aumentare rapidamente.

A qualunque livello si eserciti la professione di commerciante di auto, dunque, è chiaro che l'andamento globale del settore tende a influenzare fortemente il flusso dei ricavi ed i margini operativi realizzati. In gergo economico, dunque, il settore si definisce ciclico ed amplificato.

NOTE

  • Modello AA7/7 agenzia delle entrate

 

Quanti soldi puoi ottenere dalla tua auto?
scoprilo subito