Vuoi vendere la tua auto?
La compriamo noi! Ottieni subito una valutazione gratuita e senza impegno
Valuta Ora

Come creare un annuncio per vendere subito la tua auto

Se per vendere la propria auto si sceglie di ricercare un acquirente in autonomia, una fase fondamentale è quella della stesura dell'annuncio. Questo deve essere in grado di catturare l'attenzione di chi visita sito, convertendo poi le singole visualizzazioni in contatti successivi, trattative e proposte di acquisto.

STILE DI SCRITTURA

Per fare presa sui terzi un annuncio deve essere steso con lo stile più chiaro e sintetico possibile. Specialmente Il traffico del web è poco disposto a trascorrere più di un minuto su un singolo annuncio, considerando poi che la maggior parte di questo viene occupato dalla visualizzazione delle fotografie allegate.

Quando si cerca di descrivere la propria auto, molti si dilungano più del dovuto. Vengono scritte molte parole, le frasi si allungano, così la lettura si fa lenta ed articolata: mentre si pensa che questo possa servire per fornire una descrizione completa e minuziosa, in realtà fa sì che il lettore sia scoraggiato dallo stile di scrittura utilizzato. Il tipico visitatore digitale di un annuncio si limita a voler conoscere le caratteristiche essenziali, mentre rimanda un'analisi più approfondita al momento dell'incontro fisico.

Un altro errore che viene commesso di frequente dai venditori privati è quello di migliorare nella descrizione del proprio veicolo quelle che sono le sue reali condizioni. Sono in molti a credere che questo trucchetto aumenti la possibilità di ricevere offerte, e si può dire che fondamentalmente ciò sia vero: è lo sviluppo successivo delle trattative che però si complica molto. A meno che non si abbia a che fare con un guidatore inesperto, infatti, gli interessati una volta davanti al veicolo si accorgeranno dei difetti non presenti nell'annuncio. Questo determina, ovviamente, una richiesta di ribasso del prezzo che può essere anche molto significativa: alla rivalutazione, infatti, si aggiunge l'elemento sorpresa. Questo non è mai gradito da chi compra un'auto, infatti non è raro che qualcuno degli interessati si rifiuti di proseguire del tutto nella compravendita e si rivolga ad un altro venditore.

Per essere sicuri di adottare uno stile lineare e sintetico, spesso si adotta un semplice elenco puntato per descrivere le caratteristiche del proprio veicolo. Si tratta di una scelta efficiente, che permette al traffico generato dall'annuncio di analizzarlo in fretta e potersi concentrare soltanto sulle informazioni importanti.

MODULO PRECOMPILATO

Se si decide di pubblicare il proprio annuncio su un sito dedicato, normalmente non è necessario che tutto l'annuncio venga scritto liberamente. Quando si entra nella sezione apposita, viene mostrata una pagina dove le informazioni principali sono da inserire in campi precompilati.

Non tutti I campi sono obbligatori, ma un maggior grado di dettaglio è sempre preferibile. Acquistare un'automobile significa sostenere un notevole sforzo economico, solitamente il secondo dopo la casa in cui si vive: per convincere I terzi a comprare il proprio veicolo, dunque, è necessario che essi siano pienamente informati.

Il fatto che gli annunci seguano un formato standard è utile sia ai venditori che ai compratori. La navigazione del sito diventa più immediata e si evita di dimenticare l'inserimento di informazioni importanti. Viene anche ridotto il divario tra l'efficacia di un annuncio pubblicato da un utente esperto e quello di uno meno avvezzo a questo modello di vendita, spostando il centro sull'attenzione soltanto sui veicoli in vendita.

CONTENUTO

La forma ovviamente non è sufficiente se considerata da sola: è fondamentale che essa sia utilizzata per scrivere I concetti giusti. Nell'annuncio devono essere presenti soltanto le informazioni davvero rilevanti per chi lo visita, in modo che questi risaltino il più possibile e non sfuggano ai lettori meno attenti.

Per prima cosa occorre identificare il proprio veicolo, con l'ausilio eventuale dei dati riportati sulla carta di circolazione. Una buona idea è quella di incominciare specificando il modello e l'allestimento anche se già presenti nel titolo: si tratta di un'azione utile a far rilevare l'annuncio dal motore di ricerca del sito su cui è pubblicato, assicurandosi che esso compaia quando qualcuno digita il nome del modello.

Le informazioni come il chilometraggio e la data di immatricolazione sono di certo molto importanti, ma vanno inserite soltanto se non sono già state richieste durante il completamento dei campi precompilati. Nella sezione da riempire liberamente si dà spazio maggiormente alle caratteristiche ancora non specificate, in particolare quelle legate agli optional e ai segni di usura.

Non tutti coloro che leggono un annuncio sono perfettamente a conoscenza della dotazione di serie, dunque quando si elencano gli optional andrebbero inclusi tutti quanti senza fare distinzione. Le eventuali modifiche permanenti che sono state apportate sono un'altra informazione che va inserita nello spazio liberamente completabile, in quanto non vengono solitamente richieste con la precompilazione.

Nella trattazione dei segni di usura occorre essere molto chiari, anche a costo di andare contro la regola della sinteticità. Bisogna chiarire esattamente in quale stato si trovino le parti meccaniche, elettroniche e gli interni. In particolar modo si dovrebbe specificare lo stato delle gomme, in quanto sono elementi particolarmente costosi e dunque I chilometri ancora percorribili con queste possono influenzare il prezzo di vendita dell'automobile.

FOTOGRAFIE

É molto importante corredare un annuncio con il numero adeguato di immagini, in quanto queste sono la forma comunicativa più importante. La maggior parte dei visitatori, prima ancora di leggere il testo di un'inserzione, si concentra sull'analisi delle fotografie allegate.

Come nel caso del testo dell'annuncio, anche la scelta delle fotografie può essere guidata direttamente dal sito su cui si pubblica l'inserzione. In questo caso, tra tutti gli scatti precedentemente effettuati, si dovranno scegliere quelli che si adattano meglio alle richieste della piattaforma; se così non fosse, tuttavia, bisognerà procedere con una selezione personale. Idealmente, più fotografie vengono pubblicate e più è probabile che si venga contattati da chi visita l'inserzione, dunque questo suggerisce di pubblicarne un numero molto alto. Tuttavia, per evitare un sovraccarico dei server, ogni piattaforma di annunci stabilisce un numero massimo di immagini che ogni utente può inserire: è dunque importante far sì che rientrando nel limite si mettano in mostra tutte le inquadrature più esplicative. La scelta della foto principale, ovvero la prima da inserire e quella che compare nelle anteprime dell'annuncio durante la navigazione, viene solitamente scelta tra quelle che mostrano il muso del veicolo o un'inquadratura diagonale in cui siano compresi il muso ed una fiancata.

CONTATTI

Dopo aver descritto la propria auto e una volta che le immagini sono state scelte con cura, si dovrà provvedere a inserire I propri recapiti per essere reperibili da chi visita l'annuncio.

La maggior parte dei contatti avviene tramite posta elettronica, in quanto le piattaforme di annunci mettono a disposizione degli utenti un semplice tasto con cui inviare una mail senza accedere al proprio indirizzo. Solitamente è sempre necessario indicare un indirizzo email, mentre il recapito telefonico è opzionale. Per questioni di privacy molti evitano di inserire il proprio numero di cellulare in rete, ma questa scelta è comunque sconsigliabile in quanto preclude diversi contatti. I potenziali acquirenti, molto spesso, trovano una forma di sicurezza nel sentire la voce di chi vende l'automobile. Anche I contatti tramite servizi di messaggistica istantanea, come WhatsApp, sono sempre più diffusi e consentono brevi scambi tra acquirente e venditore, rendendosi un ottimo strumento per veicolare tutti I passaggi della compravendita.

Uno dei motivi principali che contribuisce ad alimentare l'importanza del recapito telefonico è la disponibilità delle piattaforme di annunci sotto forma di applicazioni per smartphone: gran parte del traffico convogliato sui siti di questo tipo deriva proprio da dispositivi mobili. Poiché con il tocco di un semplice tasto è possibile iniziare subito una chiamata con il venditore, è chiaro che inserire il proprio numero tra I contatti disponibili rende il proprio annuncio più propenso a ricevere delle risposte.

ANNUNCI OFFLINE

Ormai è prassi che gli annunci di vendita vengano pubblicati sulle piattaforme digitali, dove questi possono contare su una visibilità molto alta. Scartarli per ricorrere esclusivamente a metodologie di pubblicazione offline non è molto conveniente, tuttavia può essere una soluzione ottimale quella di integrare le due cose.

Quando si decide di ricorrere a delle inserzioni tradizionali, ci sono scelte diverse da poter percorrere: il cartello da esibire sul vetro della propria auto, l'inserzione su un giornale locale, l'affissione su una bacheca in un luogo trafficato e altre possibilità analoghe. Non è da sottovalutare questo modello "all'antica", in quanto permette di entrare in contatto anche con persone che non ricercavano direttamente l'annuncio; sul web, invece, affinché qualcuno legga l'inserzione è necessario che questi sia già alla ricerca del suo oggetto.

La stesura dell'annuncio cartaceo deve seguire le linee guida previste per quello digitale, ma in questo caso non esiste alcuna forma di precompilazione: tutte le caratteristiche e le informazioni sul veicolo dovranno essere inserite in uno schema libero. In linea di massima, una buona ipotesi è quella di seguire proprio il modello standard di annuncio proposto dai siti web, se non persino stampare direttamente l'inserzione precedentemente pubblicata online. Le fotografie dovranno necessariamente essere ridotte nel numero, ma conviene che la qualità rimanga elevata e dunque che esse siano inserite a colori.

 

Quanti soldi puoi ottenere dalla tua auto?
scoprilo subito